Arte e storia

Home  :  Esperienze  :  Arte e storia  :   Il Museo dei Grandi Fiumi

Il Museo dei Grandi Fiumi

Acquista

Il Museo dei Grandi Fiumi

Varcata la soglia dell’ex Monastero Olivetano di San Bartolomeo ci si immerge immediatamente in un’altra dimensione.
Il rumore della strada scompare e resta la quiete dell’antico monastero (XIII secolo) che ha raggiunto il periodo di massimo fulgore nel XVI e XVII secolo con l’estensione dei fabbricati a due chiostri e cortili.

Oggi negli spazi del monastero sono ospitate le installazioni del Museo dei Grandi Fiumi. Il nome rende omaggio a questa terra, il Polesine, la Mesopotamia d’Italia, ubicata tra i “Grandi Fiumi” Adige e Po.

Il percorso espositivo, attraverso un innovativo e scenografico allestimento composto da diorami, installazioni multimediali e plastici, illustra le peculiarità archeologiche, etnografiche e culturali della provincia di Rovigo in 5 diversi periodi storici:
• l’Età del Bronzo, con le testimonianze dell’insediamento palafitticolo di Canàr di Castelnovo Bariano, il villaggio arginato di Larda di Gavello e le necropoli di Frattesina;
• l’Età del Ferro, che indaga le influenze della civiltà etrusca nel territorio di Adria attraverso l’insediamento di San Cassiano di Crespino e della necropoli di Balone nei pressi di Rovigo;
• L’Età Romana, incentrata sull’esportazione in territorio polesano dei modelli culturali, sociali ed economici di Roma con la ricostruzione della villa rustica di Chiunsano nei pressi di Gaiba;
• Il Medioevo, che pone l’attenzione sulla nascita di centri fortificati come Rovigo e consente di ammirare i gioielli appartenuti ad una nobildonna ostrogota nota agli studiosi con il nome di Dama di Chiunsano;
• Il Rinascimento, che presenta i mutamenti culturali, sociali ed economici illustrando le nuove tendenze architettoniche in ambito civile e religioso, arrivando a raccontare la storia del celebre pittore ceramista Francesco Xanto Avelli “da Rovigo”.

Il Museo grazie alla singolarità del proprio percorso, garantisce un’esperienza unica per grandi e piccini, capace di regalare emozioni oltre che permettere l’acquisizione di conoscenze generali dei diversi periodi storici e peculiari della provincia di Rovigo.

REGOLAMENTO DI VISITA
Regola per una visita in piena sicurezza sarà l'uso della mascherina e l'igienizzazione delle mani prima dell'ingresso nel museo.
Il Museo dei Grandi Fiumi di Rovigo aprirà sabato 20 giugno dalle ore 09.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30 con 6 turni di visita della durata di un’ora ciascuno e domenica 21 giugno dalle ore 15.30 alle ore 18.30, con 3 turni di visita della durata di un’ora ciascuno.
L'ingresso al Museo è gratuito per tutti con visita guidata obbligatoria al costo di €. 3,00 a persona. Si proseguirà con i medesimi orari i sabati e le domeniche successivi.
Per ciascun turno orario si formeranno gruppi fino a 5 persone, estensibili a 7 componenti in caso di gruppi di familiari conviventi. Per consentire la gestione dei flussi con la massima sicurezza per i visitatori, è necessario effettuare la prenotazione online  (PULSANTE ACQUISTA) oppure al tel. 0425.15.40440 o all'email info@museograndifiumi.it.

Richiedi info

Compila il form sottostante, ti risponderemo entro breve tempo. Tutti i campi sono obbligatori.

Cosa vedere

I luoghi da non perdere

La nostra ospitalità

Le strutture ricettive nel Parco del Delta del Po

Aqua SRL
Via Romea Comunale, 277/A - 45019 Taglio di Po (RO) - Tel. +39 0426 662304 - Fax +39 0426 661180 - E-mail: info@aqua-deltadelpo.com - P.IVA: 01200790291